Crea sito

La traversata infinita e sudaticcia

O me tapino, che vado in cerca di casa e rifugio sicuro, questa notte vago per i meandri di...

Massime del Buddha Il Pensiero

Massime del Buddha e del pensiero buddista

Massime del Buddha - La Riflessione

Massime del Buddha e del pensiero buddista

Poesie di De Jesus Yahaira

Bellissime poesie in Spagnolo

Massime del Buddha I Fiori

Massime del Buddha e del pensiero buddista

Epicuro - Massime e Aforismi

Epicuro - Massime e Aforismi

      Le massime e gli aforismi di filosofo greco che amava il piacere e...

Massime del Buddha Lo Stolto

Massime del Buddha e del pensiero buddista

Sonetti Dante Alighieri

I migliori sonetti della "Vita Nuova" di Dante Alighieri

La Legge di Murphy

La Legge di Murphy

Legge di Murphy:

Massime del Buddha

Massime del Buddha e del pensiero buddista

Tutto ciò che siamo è il prodotto della nostra mente,
è basato su di essa e a essa è formato.
Se un uomo parla o agisce con mente corrotta,
gliene seguirà sventura, come la ruota segue il piede
(dell'animale che trascina il carro).
Tutto ciò che siamo è il prodotto della nostra mente,
è basato su di essa e da essa è formato.
Se un uomo parla o agisce con mente serena
gliene seguirà felità,
come l' ombra che lo segue sempre.

 

«Egli mi ha offeso, mi ha percosso,
mi ha vinto, mi ha derubato».
In coloro nei quali tali pensieri allignano,
l'odio non si placcherà mai.
«Egli mi ha offeso, mi ha percosso,
mi ha vinto, mi ha derubato».
In coloro nei quali tali pensieri non allignano,
l'odio si placcherà.

 

L'odio non si placca con l'odio,
l'odio si placca con il non-odio.
questa legge è eterna.
Gli altri non sanno che noi tutti
dobbiamo giungere ad una fine.
Ma tra coloro che lo sanno, cessano le contese

 

Chi vive inseguendo solo il piacere,
dominato dai sensi, senza usare moderazione nel cibo,
ozioso e fiacco, sarà certamente abbattuto da Mara,
come un albero debole è divelto dal vento.
Chi vive senza inseguire solo il piacere
senza essere dominato dai sensi.
usando moderazione nel cibo, fedele e forte,
non potrà essere certamente abbattuto da Mara
così come il vento non può abbattere la roccia

 

Chi indossi l'abito giallo senza essersi purificato,
senza aver acquisito il dominio di se stesso
e senza perseguire il vero, costui è indegno di indossarlo
Chi si è purificato, esercita tutte le virtù,
ha acquisito il dominio di sé e persegue il vero,
costui è degno di indossare l'abito giallo.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Abbiamo 58 visitatori e nessun utente online